ChiamaPrenota
Visualizza telefono

Luglio – Umbria Jazz Perugia

Home » Luglio – Umbria Jazz Perugia
25 - Ago - 2016

Cos’è Umbria Jazz

 umbriajazz

Umbria Jazz è il festival internazionale dedicato alla musica jazz più importante in Italia, che da oltre quarant’anni è appuntamento fisso per la città di Perugia, trasformandola in una vera e propria capitale del Jazz, quasi una piccola New Orleans.

 

Le date di Umbria Jazz 2018

Umbria Jazz 2018 vi aspetta a Perugia dal 13 al 22 luglio.

 

La storia di Umbria Jazz

Perugia è conosciuta al pubblico internazionale proprio grazie a Umbria Jazz, ma forse non sapete che il festival in realtà nacque vicino Terni, nel teatro naturale di Piediluco, il 23 agosto 1973, sul cui palco si esibirono gli Aktuala e l’orchestra mainstream di Thad Jones e Mel Lewis.

Erano quattro le serate previste, di cui un’altra a Gubbio e le restanti due a Perugia, in Piazza IV Novembre, dove suonarono i Weather Report e la Solar Arkestra di Sun Ra, le cui performance molto alternative crearono non poco scalpore, ma riscossero anche un grande successo.

Come è nato Umbria Jazz? Nacque in un bar nel centro storico di Perugia, grazie al desiderio del perugino  Carlo Pagnotta, attuale direttore artistico di Umbria Jazz, che amando molto questo tipo di musica voleva che Perugia avesse un festival tutto suo e questo fu possibile grazie alla collaborazione con alcuni esponenti della neonata Regione Umbria.

Fu chiamato Alberto Alberti, il più famoso manager di artisti jazz dell’epoca, perché ne ideasse il programma artistico e una volta pronto il progetto arrivò in giunta e fu approvato. Il festival di Umbria Jazz era formalmente nato.

 

Umbria Jazz degli anni ‘70

Chiunque ricordi le prime edizioni di Umbria Jazz avrà certo memoria del clima di ribellione e contestazione che si respirava in occasione dei suoi concerti, visti anche come momento di espressione del profondo disagio sociale e irrequietezza culturale che agitava l’Itala negli anni ’70.

Gli artisti che si esibirono sul palco, da Count Basie a George Coleman, da  Art Blakey a Dizzy Gillespie, da Chet Baker a Stan Getz, vissero sulla propria pelle quel clima assolutamente unico e irripetibile che si respirava ai concerti di Umbria Jazz.

La vita di una cittadina tranquilla come Perugia in quei giorni si trasformava e orde di giovani e meno giovani si riversavano sulle sue strade e piazze per assistere agli spettacoli, piantando letteralmente le tende dove capitava, scombussolando il vivere placido e di provincia della nostra città, che all’improvviso si ritrovava al centro del mondo.

Chi non ricorda i fischi, le risse, i disordini sociali: pensate che nel 1978 la situazione era divenuta così ingestibile che si dovette interrompere la manifestazione per qualche anno: il festival piaceva, era un successo di pubblico e non vi si poteva assolutamente rinunciare, ma bisognava trovare il modo per conciliare l’arrivo di tanti appassionati di musica da tutto il mondo con le esigenze della città: occorreva fare qualcosa!

 

Umbria Jazz dagli anni ’80 a oggi.

Umbria Jazz risorse nel 1982 ma non più senza regole come prima: per assistere ai concerti più importanti si pagava il biglietto e nel 1985 nacque l’Associazione Umbria Jazz, che avrebbe gestito il marchio omonimo, di proprietà della Regione Umbria, che ad oggi gestisce ogni aspetto del Festival, dalle scelte artistiche, agli sponsor, alla logistica .

Di poco dopo è la nascita della Fondazione Umbria Jazz, che ne cura le risorse economiche e l’attuale presidente è il grande Renzo Arbore.

Umbria Jazz non era più un festival di concerti itinerante ma stanziale, dove si suonava prevalentemente a Perugia, vicino allo stadio, pensate un po’ sotto una tenda da circo!

In centro c’erano solo i concerti serali, nel suggestivo contesto dei Giardini del Frontone, dove suonarono artisti dello spessore di Sonny RollinsRandy CrawfordMichel PetruccianiPhil CollinsAl Jarreau e Keith Jarrett.

E per i superconcerti con le pop star di richiamo internazionale c’era lo stadio Curi: nei ricordi di ogni perugino e non solo è rimasto il concerto di di Sting e gli Evans nel 1987!

Niente più confusione o disordini ma solo musica di qualità !

Dal 2003 i concerti serali che attirano più pubblico si tengono all’Arena Santa Giuliana, lo storico campo sportivo di Perugia nei pressi del centro, mentre i concerti più piccoli e più raffinati accolgono con le loro calde atmosfere jazz il proprio pubblico nei teatri cittadini del Pavone o il Morlacchi, o in altre location deliziose come l’Oratorio di Santa Cecilia, la chiesa di San Francesco al Prato, la chiesa di San Pietro. In alcune edizioni i concerti si sono svolti anche in Galleria Nazionale, nella sala Podiani, per un perfetto connubio tra musica e opere d’arte!

La musica di Umbria Jazz

La musica di Umbria Jazz non è solo ed esclusivamente jazz ma si è aperta progressivamente  anche ad altri generi, come  il blues, il rock e soprattutto ha dato spazio ai jazzisti italiani.

Piano piano si è fatta strada la musica nera, declinata nelle sfumature e nelle emozioni del blues, soul, zydeco, marching band e rhythm ‘n’ blues, ma anche il mondo pop-rock, che ha permesso l’esibizione  di artisti internazionali come Elton JohnCarlos SantanaJames BrownDonna SummerEric ClaptonEarth, Wind & FireSimply Red, Prince, B.B. King e molti altri!

Se siete curiosi di scoprire i nomi di tutti gli artisti che si sono esibiti a Umbria Jazz visitate il sito www.umbriajazz.com e vedrete i grandi nomi di chi ha suonato e cantato nei palchi di Perugia!

Questa commistione ha reso il festival di Umbria Jazz lo spettacolo entusiasmante che conosciamo oggi e che attira centinaia di fan ed appassionati da tutto il mondo, con i suoi concerti per le strade e per le piazze del centro da mattina a sera che vi faranno ballare e cantare fino a notte inoltrata!

Il programma di Umbria Jazz 2018

Il programma di Umbria Jazz 2018 anche quest’anno regala grandi nomi della musica internazionale: il 16 e 17 luglio suoneranno all’arena Santa Giuliana le band dei Massive Attack e The Chainsmocker, il 20 luglio sarà la volta di David Byrne, il 13 luglio Quincy Jones festeggerà il suo 85° compleanno con un concerto speciale proprio il giorno di apertura, e poi ancora Pat Metheny, Melody Gardot, Os Mutantes, Gregory Porter, Margareth Menezes, Gilberto Gil, Caetano Veloso, Stefano Bollani, Young Fathers e Kyle Eastwood.

Se volete sapere le date di tutti i concerti, gli orari, le location e le informazioni su ogni singolo artista visitate www.umbriajazz.com

Dove si svolge Umbria Jazz

Umbria Jazz travolge con la sua energia e i suoi ritmi tutto il centro storico di Perugia al punto tale che la città, molto tranquilla durante tutto l’anno, nei 10 giorni della manifestazione cambia letteralmente volto e diventa una piccola capitale della musica Jazz.

Uno dei luoghi simbolo del festival è l’Arena Santa Giuliana, il vecchio stadio sportivo che prende il nome dalla vicina Abbazia di Santa Giuliana, dove sono allestiti i concerti più grandi e con più pubblico, e che spesso l’ultima serata diventa un immenso spazio collettivo senza posti a sedere dove ballare tutti assieme! I concerti più intimi, quelli magari di musica jazz dove il singolo artista si esibisce solo con pianoforte, il sax o altri strumenti, sono ospitati nei preziosi teatri cittadini, il Morlacchi e il Pavone, mentre in piazza IV Novembre, il cuore di Perugia, viene montato un palco dove gli artisti che si esibiscono in concerti gratuiti fanno ballare la città fino a notte fonda!

Gratuiti sono anche i concerti gratuiti ed itineranti lungo Corso Vannucci e ai Giardini Carducci, dove ci si può rilassare al punto ristoro mentre si ascolta buona musica all’aperto.

Per avere tutte le informazioni su come arrivare a Perugia, come raggiungere il centro e le varie location visitare www.umbriajazz.com

Dove e come acquistare i biglietti per i concerti di Umbria Jazz

Per i concerti a pagamento è possibile acquistare i biglietti di Umbria Jazz online dal sito internet del festival www.umbriajazz.com alla voce tickets: seguendo una facile procedura che consente anche di scegliere il posto si può comprare il biglietto elettronico.

 

Umbria Jazz Winter e Umbria Jazz Spring

Umbria Jazz si declina anche nella variante invernale con Umbria Jazz Winter , che da 25 anni è ospitata nella bella cittadina umbra di Orvieto, la città della rupe, a fine dicembre: la scorsa edizione è stata un successo, con artisti in rappresentanza sia del jazz americano che italiano.

Non è mancata la musica di strada con le marching band, le jazz dinner e la jam session notturne, la musica non stop a Palazzo dei Sette con i generi più “popolari”. Grande emozione nell’ascoltare la Messa di Capodanno in Duomo accompagnata da cori gospel e dai canti sacro afroamericani, oltre ai concerti del Veglione, che permettono di festeggiare in modo alternativo l’anno nuovo al ritmo di musica!

Ma da quest’anno Umbria Jazz sperimenta: sapete che il 30 aprile è la Giornata Internazionale del Jazz? Umbria Jazz Spring la festeggia nello stupendo scenario della Cscata delle Marmore, con uno spettacolo a cui non si può assolutamente mancare!

Dal 30 aprile al 1° maggio il festival del jazz torna alle origini, a Terni, dove ha avuto inizio: non più solo Perugia e Orvieto quindi all’insegna di Umbria Jazz!

Per ogni informazione e per il calendario dei concerti visitate www.umbriajazz.com

 

Umbria Jazz  sempre più social

Amate condividere le vostre esperienze sui social? Con gli hashtag # UJ, #UJW25 e #UJ18 potrete seguire gli aggiornamenti relativi al festival sul Social Wall del sito ufficiale e condividere i vostri pensieri e fotografie attraverso Facebook e Twitter.

 

Umbria Jazz per i giovani

Se vi sentite degli artisti e volete perfezionare la padronanza della musica Umbria Jazz vi da la possibilità di partecipare a Umbria Jazz Clinics: le sue audizioni, da oggi anche online, vi permetteranno  di essere selezionai per i corsi speciali dal 10 al 22 luglio 2018, grazie alla collaborazione da 33 anni col Berklee College.

Chi supererà la audizioni parteciperà a lezioni, masterclass e jam session, per perfezionare la propria tecnica e avere la possibilità di vincere anche borse di studio presso il Berklee College di Boston stesso.

Se pensate di avere la stoffa e volete mettervi alla prova consultare il sito www.umbriajazz.com o www.umbriajazzclinics.it per trovare il regolamento e tutte le informazioni utili.

Perugia, la piccola grande capitale del Jazz, vi aspetta dal 13 al 22 luglio 2018!

Categories: Eventi
Tags: 

Comments are closed.

Booking Online Miglior prezzo garantito, davvero!